RSS

I VERI MOTIVI PER CUI IL PAPA SI E’ DIMESSO

11 Feb

PAPANon lo so, è ovvio. Ma qualche considerazione viene facile farla. Perchè che Benedetto XVI lascia così, di punto in bianco, la poltrona papale per il “bene della chiesa” non mi convince per niente. E, lo confesso, mi fa anche un pò paura.

Facciamo rapidamente il punto. Tra due settimane si vota, ed è uno dei momenti più critici della Storia del Paese, che era in un forte stato di depressione ma si accinge a riconfermare un voto proprio a coloro che, a vario titolo, ne hanno determinato il declino. Alternative non ce ne sono: comunque andrà, sarà una sconfitta clamorosa. In tutto questo, la chiesa aveva già manifestato il suo appoggio a Monti. Ma ecco il colpo di cena: il papa, che finora non ha mai manifestato significativi segnali di sofferenza, improvvisamente si dimette. Dice che è per stanchezza. Si comporta come un vecchio impiegato delle Poste che, ad un certo punto, consapevole di non poter andare oltre nella sua carriera, decide che va bene così, che può decidere di andarsi a riposare altrove. Ma a chi la vuole raccontare? Chi sale sul soglio pontificio non si lascia spaventare dall’età che avanza, il suo predecessore la Sua missione se l’era incollata addosso e non posso credere che non lo avesse fatto anche Benedetto.

Ora, invece, facciamo un passo indietro, alla stagione infuocata dei corvi in vaticano, della fuga di notizie, dell’arresto del povero Paolo Gabriele. All’epoca, qualcuno parlò di quel poveraccio come la pedina ultima di un disegno molto più complesso e tutt’altro che Divino, architettato da una cordata trasversale di cardinali che aveva tutta l’intenzione di creare un forte scompiglio; forse, addirittura anche a scapito di Benedetto. E secondo me, lui, il papa, questo lo aveva capito bene.

Adesso, due sono le possibilità. O lo stesso Benedetto è rimasto vittima di una sorta di complotto, e, sapendo di essere ricattabile, ha preferito assecondare il disegno ed uscire dalla porta anzichè rischiare di volar via dalla finestra, portandosi dietro tutto il peso di un qualche scandalo, oppure (e questa seconda ipotesi gli andrebbe un pò più a favore) si è reso conto di essere circondato da uno stuolo di depravati con la cui sagacia non può competere. Ma francamente a quest’ultima possibilità non ci credo proprio..

Riepiloghiamo le tappe. Poco prima di Natale, il 22 per l’esattezza, Benedetto concede la grazia a Paolo Gabriele. Il Paese è nel pieno della campagna elettorale e due giorni dopo Natale, il 27, il vaticano manifesta il suo pieno appoggio a Monti. Il 6 gennaio nomina il fido Georg vescovo. Sta benone, seppure anziano non lascia minimamente immaginare che cotanta stanchezza lo indurrà, di lì a poco, a dare la notizia shock delle sue dimissioni.

E posso azzardare a dire anche un’altra cosa che penso? Ratzy ha voluto che il messaggio della stranezza delle sue dimissioni fosse ben chiaro. Cioè.. voglio dire… se lo avesse fatto tra 2 o 3 mesi, oppure 2 o 3 mesi fa, magari simulando un finto malore, non avrebbe sollevato questo polverone di sospetto. Invece no, lui ha calcolato tutto: della serie, io me ne vado perchè devo, sono costretto a farlo, ma facciamo in modo che ciò sia chiaro a tutti. 

Ora cosa tocca aspettarsi? Non si sa. Ma trattandosi di giochi a sì alti livelli, non credo si possa trattare di nulla di buono; e se, qualunque cosa sia, la si immagina intrecciata a dovere a fattacci politici di allarmante gravità, diciamo pure che certamente si tratterà di sorprese decisamente nefaste. Chi vivrà vedrà. Amen.

Ma, nel frattempo, io urlo: “Sarà vero dopo Miss Italia aver un Papa nero? No me par vero..”

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 febbraio 2013 in Come la penso su...

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: