RSS

“NON HO NULLA CONTRO DIO, E’ IL SUO FUN CLUB CHE MI PREOCCUPA””

22 Feb

E’, probabilmente, la frase che meglio di tutte sintetizza una tendenza in forte diffusione negli ultimi tempi; tendenza che, ovviamente, sposo a pieno.

Sono sempre stata credente: su.. via.. guardiamoci attorno, guardiamo la Natura, le sue forme, i suoi colori, i suoi meccanismi; tutto è stato concepito come un dentello di un ingranaggio che s’incastra perfettamente al suo insieme. Questo non può essere casuale. Dio esiste, quindi. Non so come si chiami, non so che forma abbia e francamente non m’interessa neppure. Credo solo di sapere che, dopo aver realizzato il Suo presepe, deve averci soffiato sopra un alito vitale, un sistema di autoregolamentazione perfetto, che in oriente chiamano Karma. La naturale conseguenza di ciò è il fatto che tutto quel che ci succede è solo ed esclusivamente determinato da noi stessi e da quello che riusciamo a seminare, nel bene o nel male, in tutte le Vite in cui veniamo calati.

Questo spiegherebbe perchè ci sono bambini, apparentemente innocenti, che nascono in situazioni di drammatica povertà, e non troppo lontani da loro ce ne sono altri che, invece, appaiono decisamente più fortunati. Se tutto questo non avesse una sua spiegazione, dovremmo concepire Dio come un Essere assolutamente ingiusto. Invece, mi viene più facile pensare che quel bambino che viene calato in una vita terribile, probabilmente …dico probabilmente.. in una precedente vita aveva avuto tanto, ma non lo aveva saputo apprezzare. Come si direbbe tecnicamente, quella persona, nella sua precedente esistenza, aveva prodotto “karma negativo“.

Un mondo così concepito, con questo sistema di autoregolamentazione pressochè perfetto, pone se stessi come unici responsabili di quel che ci accade e io credo di poter dire che implica una maturità spirituale di non poco conto, e diametralmente opposta a quella, ottusa e perniciosa, che la Chiesa vorrebbe farci intendere, dove un Dio cattivo, vendicativo, misterioso, infligge a noi poveri figli dei mali talvolta ingiusti.

Fratelli e sorelle, l’ingiustizia lasciamola all’ambito terreno, che come abbiamo avuto modo di vedere in più circostanze, ormai ce n’è veramente tanta. Perché, invece, in ambito spirituale un Dio che abbia creato tutto quello che di più sorprendente e meraviglioso abbiamo attorno, non può proprio essere come ce lo vogliono far passare.

Il peccato originale. Una trovata geniale per “bollarci”, marchiarci come vitelli. Ma che Dio è quello che farebbe pagare a delle anime innocenti, a delle piccole creature genuine e semplici, il peso di un qualcosa commesso da una tale Eva milioni di anni fa? Può essere mai questo il messaggio di Amore che passa attraverso la parola “Dio”, comunque Egli venga concepito? La religione cristiana lo ha impacchettato in uno stereotipo assurdo, ha umanificato il Suo sentire, mentre credo fermamente che un essere umano non possa essere neppure lontanamente concepire il modo in cui Lui sappia Amare.

Le religioni, quella cristiana in testa, sono state elaborate per eliminare dalle masse qualsiasi capacità di ragionamento, di discernimento, di sentimento. Ognuno di noi ha un prezzo, proprio in termini economici, e quanti più ne conquistano tanto più il ricavato potenziale aumenta.

Personalmente, ho già contratto tutti i sacramenti, tranne.. per fortuna.. l’estrema unzione. Ma, ad esclusione del matrimonio, vissuto con la consapevolezza di voler guardare oltre il prete che lo stava celebrando e chiedere al Dio in cui credo una sincera Benedizione sulla nostra Unione, rinnego tutto: battesimo, confessione, comunione e cresima. Uno per uno. Tornassi indietro, non li rifarei.

E da qualche anno ormai, giorno dopo giorno, il mio pensiero si nutre di dettagli che mi aiutano ad afferrare meglio il senso della Vita, cosa che la religione cristiana impedisce attraverso il credo assoluto e cieco del dogma: se Dio ci avesse voluti così creduloni, bigotti, ci avrebbe installato lo stesso cervello delle capre o dei girini. Il fatto, invece, che il nostro cervello abbia potenzialità infinite e ancora sfruttate per solo una piccolissima parte significa che Dio ci vuole liberi di capire, di chiedere, di sperimentare. La religione cristiana, invece, vuole le capre; e ne ha tantissime al seguito.

La bibbia, altra cosa in cui proprio non mi riesce di credere, è lo strumento attraverso cui i Capi, ben lontani dal poter dare un esempio nel senso, assoggettano menti che accettano qualunque spiegazione che li lasci nel fumoso torpore così fortemente rassicurante. Perchè invece svegliarsi e cercare delle spiegazioni vi assicuro che destabilizza, e tanto. E tanta gente non saprebbe neppure da dove cominciare. Allora guarda tutto quello stuolo di potenti, dal papa al suo bel drappello di cardinali, e fanno proprio, come fossero pappagalli, anche gli insegnamenti più agghiaccianti. Un esempio che mi fa particolarmnete ridere? Ogni volta che qualche “eletto” sbaglia, sono pronti a giustificarli così: “In fondo, sono pur sempre umani”. Ma che cazzo dite!.. 

Il mio sfogo potrebbe continuare a lungo, ma non credo interesserebbe a nessuno. Per coerenza, ammetto che se ho battezzato il primo figlio e forse accadrà la stessa cosa anche per la seconda è solo perchè le energie che dovrei tirar fuori per combattere contro l’intera famiglia, marito per primo, preferisco preservarle per quando dovrò insegnare loro ad essere liberi. Vogliono la festa.. la società vuole solo questo, l’apposizione di una sorta di “marchio” perchè si possa dire che hanno conquistato due cristiani in più. E l’avranno, perché in fondo questo non toglie e non aggiunge nulla al percorso che, poi, le loro Vite li indurranno a fare. Ma, intanto, essere cristiano che significa?

La sintesi l’ho trovata nella foto che ho inserito qui su: me lo dite voi quale Dio si è mai seduto ad una tavola così imbandita, magari dopo aver predicato la beneficienza verso i meno abbienti? Mi dite quand’è che Dio ha usato posate d’argento e calici di cristallo? Quando è rimasto chiuso in regge magnificamente affrescate, sapendo che fuori tanti suoi figli non hanno neppure un cartone sotto cui cercare un pò di calore?

Io non credo in Gesù. O meglio, io non credo in Gesù come unico rappresentante di Dio sulla terra. Io credo, invece, che Dio sia venuto moltissime volte tra noi, e Gesù sia solo uno dei tantissimi esempi. Un altro potrebbe essere… che so.. San Francesco, Madre Teresa, il missionario che si è privato di ogni bene e ha voluto concepire la sua vita come un autentico dettato proveniente dal Cielo. E che avrebbero questi esempi eccelsi in comune con queste belle facce pagnotte e tonde come le loro belle pance sazie?

Gente che gode di ogni possibile forma di ricchezza, che gestisce personalità politiche come fossero le loro marionette, che ha le mani in pasta in tutti i traffici più deprecabili, senza stare a tirar fuori l’aspetto della perversione e della pedofilia perchè lo considero quasi l’ultimo dei problemi …ma del povero cristo, quello stesso di cui tanto parlano dal loro ricchissimo pulpito, ma cosa diavolo ne sanno? Cosa ne sanno della dignità di un padre di famiglia che cerca di barcamenarsi tra mille difficoltà per non far mancare nulla ai suoi bambini? Cosa ne possono mai sapere di cosa significhi la privazione, la rinuncia, il sacrificio? E del coraggio delle scelte? E della durezza di certe prove?

Con queste parole, non voglio convincere nessuno, così come altre mille e mille non potranno convincere me a trovare qualcosa di buono in quello che viene definito “religione”. Mi chiedo solo quanto disgusto provi il Dio in cui credo io quando li guarda.. se nutre per loro compassione o se fa spallucce dicendosi che, in fondo, il karma esiste anche per loro.

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 febbraio 2012 in Come la penso su...

 

Tag: , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: