RSS

IL MIGLIOR BAGNETTO PER IL PICCOLETTO

26 Ott

In commercio troverete una moltitudine infinita di prodotti per il bagnetto del vostro bambino, e su molti di questi vedrete chiaramente impressa la dicitura “senza più lacrime“. Bene, sappiate che quelle che evitano le lacrime sono sostanze estremamente nocive. Siete liberi di crederci o no, ma io il parere l’ho chiesto a chi queste cose le studia e mi sono fidata, perché per mio figlio desideravo scegliere il meglio.

Allora, quando è nato il Piccoletto, dopo essermi fatta una cultura a 360° – così come cerco di fare su un pò tutto ciò che lo riguarda – sono arrivata a certe convinzioni e, di conseguenza, a quelle che credo si siano rivelate, poi, le scelte migliori. Le tre convinzioni che prevalgono su tutto sono: 1) la pelle e i capelli del neonato difficilmente si sporcano; 2) entrambi sono ricoperti da un delicatissimo film idrolipidico che deve necessariamente essere protetto; 3) gli odori creano al bambino un mucchio di problemi, sia perché le sue narici sono estremamente delicate e sia perché lui, ancora incapace di vedere, si orienta nel mondo proprio attraverso l’olfatto.

Ed ecco le scelte che ne sono conseguite. Ho bandito ogni sorta di prodotto per il suo bagnetto, optando unicamente per un cucchiaio di amido di riso (se ne trovano di ogni possibile prezzo, ma anche quello acquistato dall’Acqua & Sapone sotto casa andrà benissimo) e, soprattutto nelle stagioni più calde, quando magari il piccolo suda un pò, un cucchiaio di sale integrale. Entrambi sono perfetti sia per la pelle che per i capelli, utilizzando per il lavaggio, non frequentissimo, di questi ultimi l’acqua stessa che è nella vaschetta. Stop.

Per la pulizia del culetto e per liberarlo dalla marmellata gustosissima e profumata dei primi tempi, che qualcuno ha il coraggio di definire “la cacca degli Angeli”, inizialmente utilizzavo una panetta di sapone all’olio di oliva, naturalmente nutriente, che oltre a detergere lo proteggeva dagli arrossamenti. Solo quando è diventato un pò più grandicello, ho iniziato ad usare il sapone della Chicco, ma solo quello in cui vi è ben impresso il simbolo che ne esclude la presenza di parabens, ssl e altre sostanze altamente nocive. Oggi, lo stesso prodotto lo uso anche per bagnetto e capelli.

Altra accortezza che occorrerebbe avere in tenerissima età è l’asclusione di prodotti profumati: ridurre al minimo l’ammorbidente, evitare i deodoranti per cassetti, bandire letteralmente profumi e colonie, che sicuramente piacciono a noi ma, come ho già detto, limitano il bambino nella sua unica modalità di orientamento nel mondo e di riconoscimento univoco della sua mamma.

Solo a sera, dopo il bagnetto caldo e prima della nanna, un prodotto che lo aiuti a conciliare il sonno e a rilassarlo dalle fatiche della giornata può essere un pò di olietto, ottimo quello degli Angeli (poveri Angeli, tirati in ballo per qualsiasi cosa..) dell’Erboristria Magentina. Ne basta una goccina per un delicato massaggino …e il gioco è fatto!

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 ottobre 2011 in La cura dei cuccioli

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: