RSS

FIGLIA DELL’ALLATTAMENTO AL SENO

24 Ott

Vi racconto questa storia. Perché dopo aver tanto promosso l’allattamento al seno, è bene anche che vi parli dell’unico rischio a cui dovrete prestare attenzione.

Ad agosto dello scorso anno ho partorito il mio Piccolino e, sull’onda della convinzione che durante l’allattamento le ovaie erano collocate in una sorta di congedo provvisorio, io e mio marito non ci sottoponevamo a …come dire… troppe attenzioni. Ovviamente, durante l’allattamento, il ciclo scompare ed è proprio questa mancanza di mestruazioni a darti la convinzione che tutto il sistema sia, momentaneamente, in blocco.

Cinque mesi dopo, in realtà, ebbi qualche perdituccia, ma il fatto che fossero poche e che si fosse trattato dell’unico episodio non mi preoccupò più di tanto perchè, dalle ricerche fatte, appariva chiaro che il ciclo vero sarebbe tornato all’incirca 40 giorni dopo l’interruzione dell’allattamento. Quello più preoccupato per l’amenorrea, in realtà, era mio marito, che temeva in qualche formazione tipo fibroma all’interno dell’utero o a qualche altro motivo agghiacciante, di quelli che spesso si sentono nei racconti di conoscenti e amici.

Così, iniziò ad insistere per una visita dal ginecologo, mentre io tergiversavo e gli rispondevo: “Stai tranquillo, vedrai che è tutto a posto. Ci andremo quando avrò finito di allattare!”. Invece, la spuntò lui (spesso va a finire così..) e prenotammo, verso la fine di aprile, questa benedetta visita.

Chiedendosi come mai fossimo di nuovo lì, visto che la visita post parto l’avevamo già fatta, spiegammo al medico questa strana amenorrea, anche se ci tenni a sottolineare che, a mio parere, era più che normale e che se avevo accettato di sottopormi alla visita era stato solo per placare le ansie di mio marito. Lui prese nota dei passaggi e poi mi chiese di sdraiarmi, per sottopormi ad ecografia.

La riconobbi subito. La camera gestazionale, dico, la riconobbi senza esitazione, visto che con il primo figlio, da poco partorito, avevo assunto una certa dimestichezza. E dentro, già bella formata, una piccola natante con tanto di capoccetta, braccine e zampette che fluttuava nel mio nuovo liquido amniotico.

Se non svenni, fu solo perché ero già sdraiata, ma l’emozione fu assolutamente immensa: innanzitutto perchè non me l’aspettavo proprio, e poi perchè già da due giorni dopo aver sfornato il primo ne desideravo un altro, che però non avrei mai osato chiedere a mio marito tanto presto. E ora era lì, con tutta la sua vitalità. E oggi, a distanza di sei mesi da quella scoperta, è ancora qui, dentro questa panza che pare mi sia ingoiata un cocomero sano sano, a scalciare per la volgia di uscire ed unirsi, nelle marachelle, a quella piccola canaglia del fratello, contro cui mi sente urlare troppe volte al giorno.

Ah, ho tralasciato, in tutto questo, un piccolo, ma non del tutto insignificante, dettaglio. Se, nonostante l’amenorrea, mi ero sentita tanto tanto tranuilla, è perché avevo, ad un certo punto, fatto il classico test di gravidanza, acquistato in farmacia, e questo, nonostante fossi già in un’epoca avanzata della gravidanza …vall’a sapere perché… era risultato perentoriamente negativo, negativissimo. Anche per questo, mio marito, più che sospettare una gravidanza, si era convinto del fatto che potesse esserci qualche brutto motivo.

Insomma, la piccoletta che sta per nascere è chiaramente figlia dell’allattamento al seno, e da chiacchiere fatte in giro con la gente sto scoprendo che sono in tnti, tantissimi, i bimbi nati così. Diciamo, sono un’altrissima percentuale di quelli che vedete nascere a breve distanza dal fratellino o sorellina. Quindi, se proprio decidete di non volerne, ve lo dico con cognizione di causa: PRENDETE TUTTE LE POSSIBILI PRECAUZIONI ANCHE QUANDO RITENETE CHE SIANO SUPERFLUE!  😉

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 ottobre 2011 in Come la penso su...

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: