RSS

CEFALEA: SE NE SOFFRI, NO AL SESSO

09 Ott

Un quinto della popolazione italiana, pari a circa 12 milioni, è affetto da cefalee. Di questi, un milione è addirittura al di sotto dei 14 anni. A dirlo è la Societa’ Italiana per lo studio delle cefalee (Sisc), che si è riunita, in questi giorni, in congresso a Riccione. Secondo i dati analizzati, il mal di testa sarebbe la prima causa di rinuncia alla vita sociale, inciderebbe pesantemente sulle assenze lavorative, determinandone una media di 5 giorni a trimestre, e nell’11% dei casi, chi ne soffre si rivolge al Pronto Soccorso. Inoltre, nonostante l’offerta farmacologica, una persona su quattro non va dal medico e si cura da sola, optando in prima battuta per algesici e antinfiammatori, facendone un uso spesso eccessivo. Ma emerge anche che buona parte degli italiani che ne soffrono sono piuttosto scettici verso una potenziale guarigione, anche in virtù del fatto che, attualmente, il Sistema Sanitario Nazionale non prevede alcun trattamento per le cefalee, probabilmente considerato un disturbo ‘fantasma’.

Ma valutiamo qualche causa. In un’altissima percentuale dei casi pare che il mal di testa sia scatenato dallo stress quotidiano e, in pari misura, da una scorretta postura, seguiti da carenze di sonno e problemi legati al ciclo mestruale. Altre cause sono da ricercarsi in certi tipi di odore, tra cui vi sono sia quelli dolci che quelli di aglio, cipolle, noce moscata ed altre spezie.

Una buona parte di responsabilità è da attribuirsi al clima, agli sbalzi repentini di temperatura e di pressione. Ma siete a rischio cefalee anche quando amate apparire: tacchi alti e visite frequenti dal parrucchiere non sono affatto di aiuto. Se potete, poi, evitate di saltare i pasti, perchè questo non farebbe che aumentare il problema, a causa delle oscillazioni di glicemia.

Dallo studio, sembrerebbe che sono molti i soggetti che si rivolgano addirittura ai maghi! Ma poi, constatata l’inefficacia del trattamento, tornano ad orientarsi verso metodi più tradizionali.

Ciò che, invece, pare dovrebbe essere evitato sarebbe il sesso, che acuirebbe il fastidio. Ma poi c’è un altro studio, condotto da un neuropsichiatra britannico, secondo cui l’attività sessuale farebbe sembrare più giovani di sette anni e garantirebbe una sorta di elisir di salute. Il sesso può fare più e meglio della ginnastica fatta in palestra per la colonna vertebrale, abbassa la pressione sanguigna, aiuta a dormire meglio, mette di buon umore, induce a bruciare almeno 200 cal a rapporto, allontana gli attacchi di fame, implica una riduzione del dolore fino al 70%. Ancora… con una produzione maggiore di saliva, rende i denti più sani; rende belli perchè l’aumento di certi ormoni fortifica le cellule dei capelli e fa splendere la pelle del volto; aumentano le difese immunitarie; grazie all’aumento della prolattina si riduce lo stress; il cuore ne esce decisamente rafforzato; l’amore, come sentimento, infine, ne uscirebbe rigenerato.

Allora?! Non conviene, a questo punto, lasciarsi vincere da qualche attacco di emicrania, di tanto in tanto?!

Advertisements
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 ottobre 2011 in Curiosità dal mondo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: