RSS

NONNI SULL’ORLO DI UN RINCOGLIONIMENTO CRONICO

01 Set

 Li avete visti mai? Per una vita intera erano stati rispettabilissimi nel loro ambito lavorativo e normalmente temuti tra le quattro mura domestiche. Ai figli non avevano mai concesso grandi smancerie, talvolta non avevano dedicato loro neppure un momento di gioco.

Poi, arrivano i nipoti. E, improvvisamente, tutto cambia. Ma proprio tutto tutto. Tanto da far scuotere la testa a noi figli, mentre li guardiamo giocare con i loro nipoti (figli nostri) e ci viene quasi da dirgli: “Papà, mamma.. vi avverto: state perdendo ogni forma di dignità. Smettetela!”.

Mio padre, per esempio, che io ricordi non mi ha mai tenuta volentieri in braccio, non ha mai giocato con me, quando tornava a casa da lavoro era spesso imbronciato e mai chiedeva come fosse andata la giornata. Oggi è andato completamente fuori di testa per il mio nanetto, al punto di gettarsi con lui sul pavimento a gattonare, o sul prato a rincorrerlo, o di insegnargli loro gesti convenzionali, che quel marmocchio ruffiano ripete gioioso, mentre mio marito mi sgomita e mi fà “Ma guardalo, tuo padre è riuscito ad addomesticarselo come si fa con un cagnolino!”. E ne ridiamo.. E il nanetto è contento. E il nonno, al settimo cielo!

Il motivo per cui ciò accade è semplice: da genitori ci si sente più responsabili, non si ha abbastanza esperienza, e questo si traduce in un’ansia copiosa e costante. A cui va aggiunto il fatto che il lavoro e la casa e la spesa e tutto il resto riducono anche di molto il tempo di cui si dispone per la cura dei cuccioli. Da nonni, invece, di tempo se ne ha normalmente tanto, ma soprattutto si ha esperienza a sufficienza per sapere cosa sia giusto o sbagliato fare in ogni circostanza. E, ancor di più, si ha una voglia matta di dare un calcio a tutto quel formalismo che aveva segnato una vita intera e …tornare bambini. Tanto bambini da desiderare di giocare con i loro nipoti. Che questa disponibilità, questa pazienza, questa passione, questa serenità, le avvertono tutte e vedono nei propri nonni degli ottimi compagni di gioco, ottimi accordatori delle loro marachelle, ottimi “viziatori”. Insomma, i nonni sono una gran bella risorsa, tanto grande e divertente da apparire, giusto talvolta, un tantinello folli sul loro orlo di rincoglionimento cronico…

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 settembre 2011 in La cura dei cuccioli

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: