RSS

COLICHETTE: QUALE RIMEDIO?

22 Lug

Le avrà, eccome se le avrà! Ed è una cosa naturale: è il suo intestino che si prepara a diventare grande, ma che ancora non lo è. Voi, invece, vi sentirete piccoli, impotenti, affranti, disarmati difronte a cotanta disperazione, a pianti isterici ed inconsolabili. Andrete dal pediatra e vi prescriverà delle goccine che, una volta assunte, sembreranno aver compiuto un miracolo, perchè il nano improvvisamente smetterà di piangere; o forse no. Fossi in voi, anzi.. quando sono stata al vostro posto.. mi sono rifiutata di ricorrere a simili rimedi, perchè se leggeste le controindicazioni e se deste un’occhiata ai componenti, capiresti che non vale la pena risolvere un problema con il sospetto che potrebbe insorgerne un altro.

Allora che si fa? Semplice. Si va in farmacia, si chiede un piccolo sondino (è arancione, lungo forse 10 cm e costa all’incirca 7 €; oppure, in alternativa, ci sono quelli usa e getta, un pò più lunghi, molto più economici e ugualmente efficace) e ci si prepara ad una delle avventure più emozionanti della vostra vita. Ora, se non volete incorrere in incredibili incidenti di percorso, ascoltatemi bene, seguite passo passo le mie istruzioni e vedrete che, se non prenderete iniziative strane, tutto andrà per il meglio.

Prendete il pupo e sdraiatelo sul fasciatio, proprio mentre lui è in preda al suo terribile pianto. Scartate il sondino, intingetene l’estremità più stretta in olio, aprite il pannolino, tenetegli ben su le gambine e infilate per un paio di centimetri nel culetto del pargolo il sottile tubicino. Fate come se lo steste avvitando, girandolo su se stesso; a breve dovreste sentire delle grandi sgasate. Il mio consiglio è: NON SIATE SPROVVEDUTI e non restatevene a fissare il buchino del culetto a distanza ravvicinata, o potreste essere investiti da una vera e propria ondata di merxx!

Ve lo dice chi, in questo, ha fatto esperienza a proprie spese. Pensate che, non solo l’ondata mi ha investito i capelli, ma ha raggiunto gli accappatoi, posti a circa un metro e mezzo di distanza, lasciando una effervescente strisciata calda lungo tutto il pavimento. Quindi, il consiglio è di mantenere il pannolino leggermente sollevato, a protezione della fuoriuscita di puppu, e lestremità più grande della cannuletta rivolta verso il basso.

Credetemi, parola mia: non avrete neppure ultimato le operazioni, che vedrete il vostro bambino visibilmente sollevato. E soprattutto salvo da tutte le controindiciazioni che le goccine avrebbero potuto ingenerargli.. 

Advertisements
 
1 Commento

Pubblicato da su 22 luglio 2011 in La cura dei cuccioli

 

Tag: , , ,

Una risposta a “COLICHETTE: QUALE RIMEDIO?

  1. Ines

    22 luglio 2011 at 19:15

    Condivido pienamente le tue indicazion sul caso. fFortunatamente i miei figli (due) non hanno sofferto di coliche, o comunque qualche episodio, ma non così forti da dover pensare di acquistare le famose gocce… tutto si è risolto con il classico massaggio sul pancino 😉

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: