RSS

(3) ALMANACCO DELLA VAL D’AOSTA

20 Lug

ESCURSIONI. Cascate di La Thuile (f. 1):  il mio più grande rammarico è quello di essere arrivata solo alla prima delle tre cascate previste dall’escursione. Veramente suggestivissima e bella, credo proprio meriti la fatica di arrivare fino in fondo. Lago del Miage (f. 2) se i laghi vi fanno pensare alla pianura, toglietevelo dalla testa perché, come me, rimarreste delusi. Questo si trova a 2000 mt, durante i quali suderete freddo non per il clima, ma per i profondi precipizi che si apriranno sotto di voi man mano che procederete vero l’alto; lì troverete, ai piedi del ghiacciaio, un lago nero di detriti, in cui galleggiano pezzi di ghiaccio, e poi di fianco altri due laghetti di acqua cristallina, turchese, meravigliosa. Rientrando, quella che si snoderà sotto i vostri occhi è la Val Veny. Questa Valle si trova alle pendici del Monte Bianco ed è complementare ad un’altra, secondo me molto più bella e frizzante, che si chiama Val Ferret, che si raggiunge anche da Courmayeur (a cui consiglio di non dedicare oltre 15 minuti del vostro prezioso tempo). Dalla Val Ferret (f. 3) si aprono molti percorsi escursionistici; uno di questi, che parte in prossimità di una piccola cappellina di fronte ad un ponticello, indica il rifugio Bertone. Prendetelo. Poi, a quota 2000 mt e dopo due ore di cammino, potreste pentirvene, soprattutto quando, per circa 50 mt, dovrete rimanere praticamente sospesi su un precipizio e verrete colti da una crisi isterica, ma tutto il resto del percorso e i panorami multiformi che si srotoleranno, sorprendentemente, sotto i vostri occhi, vi faranno ringraziare il Padreterno di cotante bellezze, varietà di fiori, profumi di sottobosco e del mistero incantato dei ghiacciai. Arrivati al rifugio, ordinate una delle prelibatezze e non fate come me.. non trascorrete quel po’ di tempo a pensare a quei terribili 50 mt che dovrete riaffrontare per la discesa, che tanto li si fanno, in un modo o in un altro. Per esempio, come ho fatto io, mantenendo gli occhi fissi sulla montagna, ammirando i petali gialli o pensando a qualcosa di piacevole, senza mai mai mai guardare giù di sotto! Raggiunta la macchina (ammesso che ci siate riusciti! Ahahahaha) percorretevi, a mo di curiosa passeggiata, tutta la Val Ferret, finchè la strada cesserà: è favolosa, bellissima, ricca di corsi d’acqua ghiacciata, vegetazione verde brillante, montagne colorate di fiori.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 luglio 2011 in Vacanze, dove?

 

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: